iA


27-28 gennaio: Solo un bacio per favore

pubblicato da Gabriele Gallo Stampino

Un film di Emmanuel Mouret. Con Virginie Ledoyen, Stefano Accorsi, Emmanuel Mouret, Julie Gayet, Michaël Cohen, Frédérique Bel, Mélanie Maudran
Titolo originale Un baiser, s’il vous plaît!. Sentimentale, durata 97 min. Francia 2007.

Trailer

La scheda

iconascheda La scheda del film

Contenuti extra

iconav [Video] Intervista a Emmanuel Mouret, regista e protagonista del film. [link]

Quando Gabriel ed Emilie si incontrano assolutamente per caso, non sanno che sarà l’inizio di una lunga storia. Una storia che Emilie racconta a Gabriel per spiegargli perché lei rifiuta un innocente bacio. Una storia anche sugli amici di lei, Nicolas e Judith, il cui primo e innocente bacio ha scatenato una reazione a catena dalle conseguenze catastrofiche. Una storia che potrebbe ripetersi…(fonte: http://www.comingsoon.it)

iconav Sito ufficiale del film. [link]

In pieno stile francese una lieve e delicata commedia sulle conseguenze di un bacio. In concorso alla 64esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – “Giornate degli autori”

3 commenti a ‘27-28 gennaio: Solo un bacio per favore’

ottavio — 11 febbraio 2010 15:25
Grazie. Se potessi trovare nel mio disordine i libri, te li porterei volentieri:fanno parte della "filosofia" divertente. Come ho cercato di spiegare a proposito del film, forzando un po' il senso. Ma tu ha capito: leggerezza e micro-filosofia.
eugenia — 06 febbraio 2010 19:20
Ciao sono Eugenia avevo visto "Solo un bacio per favore" a Venezia 2 anni fa; non l'ho rivisto quando è stato proiettato al Cineforum la settimana scorsa quindi non lo ricordo nei particolari ma ricordo che, a suo tempo, la visione mi era risultata piacevole, ma non mi aveva "folgorato" più di tanto. Il commento tra di noi che, insieme avevamo assistito alla proiezione, era stato: Accorsi recita meglio in francese che in italiano! Nessuna altra considerazione particolare. Forse anche perchè a Venezia i film "brutti" sono brutti e va bene, ma se sono appena accettabili diventano "carini", sicuramente passabili, se mediocri, già "buoni", se buoni davvero, futuri capovalori!! Sarà l'aria della laguna? Sarà l'ambiente? Sarà la compagnia? Non so. Poi ritorniamo a Legnano..... e rimettiamo tutto nel "giusto ordine". Considerazione lagunare a parte, quando un pò di tempo fa, ho "riguardato" (con la mente e non soltanto con gli occhi!!!!!!!!!!), il nostro programma di quest'anno, e mi sono accorta che ci erano sfuggite alcune pellicole (come "L'ONDA", per esempio, GRAVISSIMISSIMA svista (colpa mia, che l' avevo proposta e poi non ne ho seguito le sorti!)), che pure in un primo momento avevamo preso in considerazione, non nego di aver pensato: "abbiamo "messo dentro (riferito al programma)...... e giù alcuni titoli, tra cui "Solo un bacio per favore" e non abbiamo messo (e qui altri titoli, tra cui il sopra citato "L'onda"). Non vorrei essere io a dover fare la scheda ed il dibattito di "Solo un bacio per favore"! E, infatti, me ne son ben guardata! Oggi ho aperto il nostro sito ed ho letto la scheda del film di Emmanuel Mouret, che ha fatto Ottavio. In questa scheda c'è tutta l'essenza del Cineforum! Quella vera. Non solo educazione al Cinema (senza alcuna pretesa) ma considerazioni di vita pratica (con ancora minori pretese). Un film un pò ....insulso? Si, sicuramente mediocre e un pò banale, ma che può portarci a ripensare ai nostri grandi amori cinematografici, facili da amare perchè grandi di per sè, ed ancora più grandi perchè ci fanno rivivere il "nè con te nè senza di te" con dramma nella nostra fantasia, per fortuna senza metterlo in atto, regalandoci un pò della grandezza di quei personaggi (rivediamo "La signora della porta accanto" mediamente ogni 3 mesi!!). Ma, il film di Mouret, come ha fatto osservare Ottavio, sottende un,"nè con te nè senza di te" senza drammi, più prosaico, più realistico. Come può esserlo "il con te", senza grandi entusiasmi e "il senza di te", senza tragedie. E' la vita ed è bella per questo. Se poi la si vive con un pò di ironia ed autoironia, è ancora più bella, senz'altro meno pesante. Rileggerò il "Candido" e leggerò "Lettere persiane". Ci provo. Sono contenta che nel programma del Cineforum ci sia finito anche "Solo un bacio per favore", non foss'altro per leggere la scheda scanzonata ed arguta di Ottavio. P.S.: la teobromina contenuta nel cioccolato migliora grandemente l'umore, quindi..........cioccolatini a gogò!
akiro — 04 febbraio 2010 10:03
leggero ma con stile, peccato che in alcuni punti era piuttosto soporifero. Raggiunge comunque la sufficienza per il resto della trama.