iA


14-15 ottobre: I love radio rock

pubblicato da Gabriele Gallo Stampino

Un film di Richard Curtis. Con Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost, Kenneth Branagh,
Tom Sturridge, Chris O’Dowd, Rhys Darby, Katherine Parkinson, Talulah Riley, Ralph Brown, Sinead Matthews, Tom Brooke, Emma Thompson, Gemma Arterton, January Jones, Tom Wisdom, Jack Davenport
Titolo originale The Boat That Rocked. Commedia, durata 135 min. – Gran Bretagna, Germania 2009. – Universal Pictures

Il trailer

La scheda

iconascheda La scheda del film

Contenuti Extra

La colonna sonora del film
-
di Tirza Bonifazi Tognazzi
(fonte: MyMovies – http://www.mymovies.it/film/2009/iloveradiorock/shop/soundtrack/)

Cosa sarebbe un film che in parte ripercorre un periodo storico senza una colonna sonora che sappia rimarcare l’umore dell’epoca, i gusti, le turbolenze sociali e i turbamenti giovanili? Sarebbe una tavolozza senza colori, una pietanza insipida, un bouquet privo di profumi. Tanto più se il film in questione racconta l’avvento di una nuova era, quella del rock’n’roll britannico (e non solo) e delle prime radio pirata. I Love Radio Rock è la cronaca dei giorni in cui nasceva la musica che ha cambiato il mondo e dei dj che avrebbero dato letteralmente la loro vita per veicolarla al popolo e trasmetterla a tutte le ore. Di conseguenza, la colonna sonora da una parte rappresenta un’epoca traducendo i sospiri delle giovanissime ascoltatrici, dall’altra si fa carico di raccontare la storia dei dj pirati sostituendo la narrazione con canzoni mirate cui testi aderiscono al carattere dei protagonisti e alle loro avventure. Ovviamente se il film di Richard Curtis non fosse stato prodotto dalla Universal non sarebbe stato possibile collezionare una scaletta di successi che sono rimasti nel tempo (parliamo di artisti come Beach Boys, Cat Stevens, The Kinks, The Who, Dusty Springfield, Jimi Hendrix e The Hollies), ma al di là di mere questioni legate ai diritti d’autore – che tuttavia limitano tantissimo il cinema indipendente e non – l’original soundtrack di I Love Radio Rock è un album sensazionale. Sebbene i brani che compongono la scaletta siano stati scelti e selezionati con cura espressamente per il film, per goderne non è necessario aver visto la commedia di Curtis. Certo, vi perdereste gran parte del divertimento nel vedere come vengono utilizzate “So Long, Marianne” di Leonard Cohen, “Let’s Spend The Night Together” dei Rolling Stones ed “Elenore” dei Turtles, ma i veri intenditori e collezionisti di musica sapranno comunque far buon uso del doppio album ispirato a un periodo di grandissimo fermento musicale e potranno rivivere su lunga distanza umore, gusti, turbolenze sociali e turbamenti giovanili dei meravigliosi Sixties.

Track List
CD: 1
1. Duffy – Stay with Me Baby
2. The Kinks – All Day
3. The Turtles – Elenore
4. John Fred and Playboys – Judy in Disguise
5. Martha Reeves – Dancing
6. Beach Boys – Wouldn’t it Be Nice
7. Smokey – Ooh Baby Baby
8. Herb Alpert – This Guys in Love
9. Tommy James – Crimson and Clover
10. Jeff Beck – Hi Ho Silver Lining
11. The Who – I Can See for Miles
12. The Troggs – With a Girl Like Yo
13. Boxtops – Letter
14. The Hollies – I’m Alive
15. Chris Andrews – Yesterday Man
16. Paul Jones – I’ve Been a Bad Bad Boy
17. Tremeloes – Silence Is Golden
18. Skeeter Davis – End of the World

CD: 2
1. Easybeats – Friday on My Mind
2. The Who – My Generation
3. Cream – I Feel Free
4. Jimi Hendrix – Wind Cries Mary
5. Procol Harum – A Whiter Shade of Pale
6. Otis Redding – These Arms of Mine
7. Junior Walker – Cleo’s Mood Supremes – The Happening
8. The Turtles – She’d Rather Be with Me
9. The Bystanders – 98.6
10. Kinks – Sunny Afternoon
11. Cat Stevens – Father and Son
12. Moody Blues – Nights in White Satin
13. Dusty – You Don’t Have to Say You Love Me
14. Lorraine Ellison – Stay with Me
15. The Mccoys – Hang on Sloopy
16. The Isley Bros – This Old Heart of Mine
17. David Bowie – Let’s Dance

Nessun commento a ‘14-15 ottobre: I love radio rock’